PERSONAGGI
CONTATTI
PERSONAGGI PRINCIPALI

 

 

 

Professor Vladimir Vlad

Una mano bionica, un sorriso beffardo, un occhio sempre spalancato e vigile. E’ il professor Vlad, la perfetta contrapposizione di Sam Borbonico, un vero “cattivo”, l’antagonista per eccellenza del mondo dei cartoon.

Dopo essere arrivato più volte vicino al conseguimento del Nobel per la fisica, senza mai averlo vinto, Vlad si è ribellato al mondo della scienza per cercare di cambiare le leggi della fisica che ci governano. Il suo intento finale è di ricreare le leggi della fisica a sua immagine, perché tutto il mondo, l’universo intero segua le sue regole.

In questo folle intento crea nel suo castello-osservatorio mille apparti fantascientifici per riplasmare l’universo, per trasformare la materia e, soprattutto, per contrastare i buoni intenti del professor Sam Borbonico, nel quale vede un possibile avversario per il conseguimento del Nobel che spera ancora di conquistare, magari con qualche trucco malvagio.

Vlad vive in cima ad una scogliera a picco sul mare, a pochi chilometri da Motiontown, dove sorge il suo castello, avvolto da rovi spinosi e protetto da un altissimo muraglione, da un ponte levatoio e da una strada impervia a precipizio sull’acqua. Il castello è anche un osservatorio astronomico e centro di ricerche segrete, dove un enorme antenna parabolica, capace di collegarsi con il satellite personale del professore pazzo, si staglia tra i tetti appuntiti dell’osservatorio, e recupera (o meglio…ruba) informazioni vitali per la ricerca tecnologica e il futuro della scienza.

Con le sue folli macchine all’interno del castello, il mondo della fisica è sempre in pericolo e le sue eterne regole rischiano di impazzire: solamente il nostro eroe Sam può affrontare, usando l’intelligenza e le leggi della fisica “vere”, la pazzia delle leggi impossibili dei cartoni animati generate dalla mente diabolica del professor Vlad.


 


All images and text are copyright (c) 2007
Pixel Cartoon, CinéGroupe, Lightstar Studios,
All Rights Reserved.